Aggiornamenti in Aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Vaccinazione antinfluenzale dopo infarto miocardico


Studi osservazionali e piccoli studi randomizzati hanno indicato che il vaccino antinfluenzale può ridurre i futuri eventi cardiovascolari nei pazienti con malattie cardiovascolari.

È stato condotto uno studio in doppio cieco, randomizzato e avviato dallo sperimentatore per confrontare il vaccino antinfluenzale inattivato con il placebo salino somministrato poco dopo l'infarto miocardico ( MI; 99.7% dei pazienti ) o la malattia coronarica stabile ad alto rischio ( 0.3% ).

L'endpoint primario era il composito di morte per tutte le cause, infarto miocardico o trombosi dello stent a 12 mesi.

È stata utilizzata una strategia di test gerarchica per gli endpoint secondari chiave: morte per tutte le cause, morte cardiovascolare, infarto miocardico e trombosi dello stent.

A causa della pandemia di COVID-19, il Comitato per la sicurezza e il monitoraggio dei dati ha raccomandato di interrompere la sperimentazione prima di raggiungere la dimensione del campione prestabilita.

Tra il 2016 e il 2020, 2.571 partecipanti sono stati randomizzati in 30 Centri in 8 Paesi. I partecipanti assegnati al vaccino antinfluenzale erano 1.290 e gli individui assegnati al placebo erano 1.281; di questi, 2.532 hanno ricevuto il trattamento in studio ( 1.272 vaccino antinfluenzale e 1.260 placebo ) e sono stati inclusi nell'analisi intention-to-treat modificata.

Durante il follow-up di 12 mesi, l'esito primario si è verificato in 67 partecipanti ( 5.3% ) a cui è stato assegnato il vaccino antinfluenzale e 91 partecipanti ( 7.2% ) assegnati al placebo ( hazard ratio, HR=0.72; P=0.040 ).

I tassi di morte per tutte le cause sono stati 2.9% e 4.9% ( HR=0.59; P=0.010 ), i tassi di morte cardiovascolare sono stati 2.7% e 4.5% ( HR=0.59; P=0.014 ) e i tassi di infarto miocardico sono stati 2.0% e 2.4% ( HR=0.86; P=0.57 ) nei gruppi con vaccino antinfluenzale e placebo, rispettivamente.

La vaccinazione antinfluenzale subito dopo un infarto miocardico o una malattia coronarica ad alto rischio ha comportato un minore rischio di morte per tutte le cause, infarto del miocardio o trombosi dello stent e un minore rischio di morte per tutte le cause e morte cardiovascolare a 12 mesi, rispetto al placebo. ( Xagena2021 )

Fröbert O et al, Circulation 2021; 144: 1476-1484

Cardio2021 Inf2021 Vac2021 Farma2021


Indietro