Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in aritmologia
52 convegno cardiologia milano
Xagena Mappa

Aspirazione del trombo e somministrazione di Ticagrelor preospedaliero nell'infarto miocardico con elevazione del tratto ST: studio ATLANTIC


Le interazioni potenziali tra la somministrazione di Ticagrelor ( Brilique ) pre-ospedaliero ( pre-H ) e l'aspirazione del trombo nei pazienti con infarto miocardico con sopraslivellamento del tratto ST ( STEMI ) trattati con intervento coronarico percutaneo ( PCI ) primario non sono mai state studiate.
Pertanto, è stato valutato il potenziale beneficio del trattamento con aspirazione del trombo e Ticagrelor pre-H nei pazienti arruolati nello studio ATLANTIC.

L’analisi ha incluso 1.630 pazienti sottoposti a PCI primario ed è stata esaminata l'associazione potenziale tra aspirazione del trombo e trattamento pre-H con gli esiti clinici.
Sono state anche esplorate le potenziali interazioni tra aspirazione del trombo e Ticagrelor pre-H.

In totale 941 pazienti ( 57.7% ) sono stati sottoposti a aspirazione del trombo.

Il trattamento con Ticagrelor pre-H è risultato significativamente associato a meno frequente nuovo infarto miocardico o trombosi dello stent ( ST ) ( odds ratio, OR=0.43; P=0.031 ) o trombosi dello stent ( OR=0.26; P=0.036 ) a 30 giorni.

I pazienti trattati con aspirazione del trombo hanno presentato una frequenza più alta di flusso TIMI pari a 0-1 rispetto al gruppo senza aspirazione ( 80.7% vs 51.9%; P minore di 0.0001 ).

L'aspirazione del trombo anche quando aggiustata per il flusso TIMI 0-1 ha mostrato una associazione significativa solo per un maggiore uso di salvataggio degli inibitori della glicoproteina IIb/IIIa ( OR 1.72; P=0.004 ) e per un più frequente sanguinamento maggiore TIMI a 30 giorni ( OR=2.92; P=0.032 ).

Non sono state osservate interazioni significative tra aspirazione del trombo e Ticagrelor pre-H per gli endpoint esaminati.

In conclusione, quando l'aspirazione del trombo lasciata a discrezione del medico è stata utilizzato in pazienti ad alto rischio, è stata associata con l'uso di salvataggio di inibitori della glicoproteina IIb/IIIa e sanguinamento maggiore TIMI, e non ha avuto alcun impatto sugli esiti clinici a 30 giorni.
Al contrario, il trattamento con Ticagrelor pre-H ha previsto tassi a 30 giorni inferiori di trombosi dello stent o nuovo infarto miocardico senza interazione con aspirazione del trombo. ( Xagena2018 )

Kilic S et al, Am Heart J 2018; 196: 1-8

Cardio2018 Farma2018


Indietro